Introduzione

 

Se si riflette sul quanto si utilizzano le mani, è facile capire perché le articolazioni delle dita sono così importanti e di conseguenza si intuisce quanto sia grave il problema delle artrite nelle articolazioni delle dita che  possono rendere difficile anche l’attività quotidiane a causa di dolore e deformità; dolore insopportabile o progressiva deformità delle artriti possono consigliare la necessità di un trattamento chirurgico.

Questa guida vi aiuterà a capire  come si sviluppa l’artrosi nelle articolazioni delle dita della mano e quali sono i possibili trattamenti disponibili per una giusta terapia.

 

Anatomia

Le ossa del palmo della mano sono chiamati metacarpo.

Un metacarpo si connette a piccole ossa allineate tra loro chiamate falangi che formano le dita  pollice compreso.

La principale articolazione è formata dal collegamento delle falangi ai metacarpi, comunemente chiamata articolazione metacarpo - falangea (MCP congiunta). I movimenti che permette questa articolazione sono quelli classici delle dita, piegarsi e raddrizzarsi.

Ogni dito è formato da tre falangi, separate tra loro da dei giunti interfalangei (giunti IP). Il più vicino al giunto MCP (knuckle) è chiamato il giunto IP prossimale (PIP congiunta). Il giunto vicino alla fine del dito è chiamato distale IP congiunta (DIP joint). Anche il pollice ha uno snodo IP tra le due falangi che lo formano. I giunti IP dei singoli segmenti delle dita,  funzionano anche come cerniera quando si piega e si raddrizza la mano.

Le articolazioni delle dita e il pollice sono coperte alle estremità con cartilagine articolare bianca lucida con una consistenza gommosa.

La funzione della cartilagine articolare è di assorbire urti e fornire una superficie estremamente liscia per facilitare il movimento; c'è cartilagine articolare essenzialmente ovunque due superfici ossee si muovono l’una contro l'altra.

 

Cause

Quali sono le cause delle artrite?

Artrite degenerativa è quando un’articolazione si consuma o si degenera; di solito lentamente in un periodo di diversi anni.

Il termine artrite significa infiammazione articolare ( da dolore, arrossamento, senso di calore, gonfiore, ecc…), per  artrite degenerativa s’intende un’infiammazione comunemente causata per usura,  di solito chiamata osteoartrite.

Lesioni ad un’articolazione, come una distorsione o frattura, può causare danni alla cartilagine articolare, ma anche se non danneggia direttamente la cartilagine articolare può alterare la funzionalità delle articolazioni, dopo una frattura  i frammenti ossei possono guarire in posizioni leggermente diverse, questo può far si che le articolazioni si allineano in modo diverso.

Quando un infortunio cambia le linee comuni dell’allineamento articolare, se si continua ad usare l’articolazione, le ossa coinvolte possono iniziare a premere contro la superficie della cartilagine articolare consumandola velocemente. 

 

Nel tempo questo squilibrio nell’articolazione può provocare danni alla superficie articolare, visto che la cartilagine articolare non si rigenera ne velocemente ne bene, il danno aumenta e alla fine l'articolazione non può più compensare l'usura e cominciano ad evidenziarsi i sintomi; purtroppo, il danno inizia ben prima che i sintomi delle artrite compaiono.

 

Sintomi

Che cosa si percepisce con l'artrite?

Il dolore è il problema principale causato dalle artriti, in una prima fase, il dolore appare quando si inizia un'attività, una volta che l'attività prende il via il dolore diminuisce, ma dopo aver riposato per alcuni minuti sopraggiunge l'aumento del dolore e la rigidità. Quando la patologia  dell’artrite peggiora, il dolore può insistere anche a riposo, l’articolazione si può sentire, alla palpazione, più  allargata e calda a causa dell’infiammazione.

Nelle artrite reumatoidi, le dita si deformano con il progredire della malattia, le articolazioni delle dita

 

MCP possono effettivamente iniziare a puntare lateralmente  verso il mignolo (deriva ulnare). Questa deformazione, può causare debolezza e dolore  anche nell’utilizzare la mano per le attività quotidiane.

Sia l'artrite reumatoide e l’osteoartrite, possono influenzare le articolazioni delle dita .  Le articolazioni possono iniziare a flettere o a estendersi troppo, oltre la linea retta inarcandosi  verso l’alto, causando caratteristiche deformità delle dita.

Esiste una forma di deformità chiamata volgarmente a martello, la Swan Neck Deformity, che interessa il dito medio l’articolazione tra la prima e seconda falange ( la joint PIP ) si allarga e il dito si inarca verso l’alto, mentre l’articolazione tra la seconda e la terza falange si flette.  Mentre la  forma quasi opposta di deformità, quando si piega la prima articolazione tra la prima e seconda falange mentre quella tra la seconda e la terza si iperestende verso l’alto,  si definisce : Boutonniere deformity.

Entrambe le forme di artrite, reumatoide e l’osteoartrite, possono causare l’allargamento del dorso delle articolazioni, PIP,  rendendole spesso doloranti e gonfie, questa patologia è  conosciuta come i nodi di Bouchard. L’artrosi causa ingrossamenti delle articolazioni, DIP, chiamate nodi di Heberden.

 

Diagnosi

Per arrivare ad una diagnosi di artrite delle articolazioni delle dita, si comincia con lo storico del problema, informazioni su eventuali infortuni che ha subito la mano sono molto importanti e possono suggerire altri cause per cui la condizione esiste.

In base ai precedenti viene fatto un esame fisico – funzionale della mano e possibilmente anche di altre articolazioni del corpo, per capire come  è stato danneggiato il movimento di ogni articolazione.

Saranno fatti dei controlli con i raggi X per vedere quanto è cambiata l’articolazione e per cercare di determinare quanto è diventato importante il danno degenerativo dell’artrite. I raggi X aiutano anche il medico a definire quanta cartilagine articolare è ancora sulla superficie delle articolazioni.

 

Trattamento 

Il trattamento non chirurgico, di solito inizia quando l’uso comune della mano diventa doloroso, può semplicemente richiedere farmaci anti - infiammatori lievi, come l'aspirina o ibuprofene.

Anche ridurre l'attività o cambiare le occupazioni che richiedono alla mano e alle dita movimenti ripetitivi faticosi, può essere necessario per aiutare a tenere sotto controllo i sintomi.

Un'iniezione di cortisone nell’articolazione del dito può dare un sollievo temporaneo, il cortisone è un potente farmaco anti- infiammatorio e quando iniettato nell’articolazione può aiutare ad alleviare il dolore, ma il sollievo dal dolore è temporaneo e di solito dura solo alcune settimane o mesi. C'è un piccolo rischio di infezione con qualsiasi iniezione nell’articolazione e le iniezioni di cortisone non fanno eccezione.

Le prestazioni di riabilitazione, come la terapia fisica e occupazionale, giocano un ruolo fondamentale nel trattamento incruento delle artrite del dito. Un obiettivo primario è quello di imparare a controllare i sintomi e ottimizzare la salute della vostra mano e delle dita, assimilando metodi per calmare il dolore  che potrebbero includere l'uso di riposo, calore o sfregamenti nella zona interessata.

Un tutore personalizzato o una stecca, può essere prescritto per sostenere le articolazioni delle dita, questi dispositivi sono progettati per aiutare a ridurre il dolore, prevenire la deformità o per impedire il peggioramento della deformità già presente.

Sono indicati per migliorare il vostro movimento del dito una varietà di esercizi e di stretching, esercizi di rafforzamento per il braccio e la mano aiutano a stabilizzare la mano e proteggono le articolazioni delle dita da urti e sollecitazioni . Il terapeuta saprà  anche suggerire come è possibile fare gli esercizi senza sforzare l’articolazione.

 

Chirurgia

Può essere definita artrodesi, quell'azione chirurgica che trasforma una qualsiasi articolazione da mobile a statica, cioè fissa senza più la possibilità del movimento articolare originale. Più semplicisticamente l'artrodesi può essere definita come una "anchilosi chirurgica", una fusione di tutti i componenti di un’articolazione progettata per eliminare il dolore, consentendo alle ossa che compongono il comune, di crescere insieme in un osso solido. Fusioni sono utilizzate in molte articolazioni ed erano la normalità prima dell'invenzione di articolazioni artificiali per la sostituzione di articolazioni artritiche. Ancora oggi, fusioni comuni sono ancora usate in diverse articolazioni per trattare il dolore e la potenziale deformità artritica. Fusioni sono più comunemente utilizzate nell’articolazione tra la prima e la seconda falange del pollice, il PIP, o per le articolazioni a martello  nelle dita, una fusione di queste articolazioni, è molto più facile e più affidabile che cercare di salvare il movimento sostituendo l’articolazione.

 

Articolazioni artificiali

Articolazioni artificiali sono disponibili per sostituire quelle delle dita, queste protesi in plastica o metallo, vengono utilizzate da alcuni chirurghi della mano per sostituire le articolazioni artritiche. La protesi forma una nuova articolazione, dando la libertà di movimento articolare e sollievo dal dolore. La procedura per l’installazione  in una nuova articolazione si chiama Finger arthroplasty.

 

Riabilitazione senza intervento chirurgico

Se non avete bisogno di un intervento chirurgico,  si deve iniziare una varietà  di esercizi per il movimento delle dita per alleviare il dolore alla quale seguirà un programma di rafforzamento; il terapeuta lavorerà per creare speciali stecche per le dita, o graffe, se necessario. Il programma di riabilitazione procede per includere esercizi di forza per le dita e la mano, destrezza e esercitazioni motorie vengono utilizzate per ottenere che la mano e le dita si muovano senza problemi. Verranno dati consigli su come mantenere i sintomi controllati e nel giro di quattro - sei settimane, si potranno continuare gli esercizi a casa.

 

Dopo l'intervento chirurgico

La mano sarà bendata con una medicazione ben imbottita e con una stecca per dito, come supporto dopo l'intervento chirurgico. Sedute di fisioterapia  o occupazionale possono  essere necessarie dopo l'intervento chirurgico per un massimo di otto settimane. I primi trattamenti sono utilizzati per aiutare a controllare il dolore e gonfiore dopo l'intervento chirurgico. Alcuni degli esercizi che si inizieranno a fare, contribuiranno a rafforzare e stabilizzare i muscoli intorno all'articolazione del dito. Altri esercizi sono utilizzati per migliorare il controllo motorio e la destrezza della mano. Verranno dati consigli sui modi per eseguire gli esercizi, evitando di sforzare l’articolazione del dito.

 


L’artrite del pollice

Introduzione

Quando ci si ferma a pensare a quanto si usi il pollice,  è facile capire perché il punto in cui il pollice si attacca alla mano può soffrire di usura. Questa articolazione è stata progettata per dare al pollice una grande varietà di movimenti, ma il prezzo da pagare per questa mobilità è che l'articolazione soffre notevolmente di stress nel corso degli anni. Questo può rendere dolorosa questa articolazione, che può richiedere un trattamento chirurgico appena l'artrite progredisce.

 

Anatomia

Il giunto CMC (abbreviazione di carpometacarpica) del pollice è dove il metacarpo del pollice si attacca al polso (all'osso trapezio),  talvolta indicato come l'articolazione basale del pollice. La CMC è l'articolazione che permette di spostare il pollice nel palmo della mano, un movimento chiamato d’opposizione.

Diversi legamenti tengono l’articolazione CMC insieme, questi legamenti possono essere feriti, ad esempio con la distorsione del pollice. Le superfici articolari sono ricoperte da un materiale chiamato cartilagine articolare, questo materiale è un   rivestimento spugnoso e liscio, che consente alle superfici dell’articolazione di scivolare tra loro facilmente.

 

Cause

Che cosa causa l'artrite del pollice?

L'artrite è una condizione in cui un’articolazione si infiamma (rossore , gonfiore , senso di caldo, dolore). Artrite degenerativa è il risultato di un’articolazione che si

consuma, di solito lentamente in un periodo di diversi anni; si chiama anche artrosi.

Lesioni ad un’articolazione, come una distorsione o frattura, può causare danni alla cartilagine articolare, ma anche se non danneggiata direttamente, la cartilagine articolare può subire le alterazioni delle articolazioni, dopo una frattura del metacarpo pollice i frammenti ossei possono guarire in posizioni leggermente diverse, questo può far si che le articolazioni si allineano in modo diverso.

Quando un infortunio cambia le linee comuni dell’allineamento articolare, se si continua ad usare l’articolazione, le ossa coinvolte possono iniziare a premere contro la superficie della cartilagine articolare consumandola velocemente. 

Questo vale anche quando i legamenti intorno all'articolazione CMC sono danneggiate da una distorsione.

Nel tempo questo squilibrio nell’articolazione può provocare danni alla superficie articolare, visto che la cartilagine articolare non si rigenera ne velocemente ne bene, il danno aumenta e alla fine l'articolazione non può più compensare l'usura e cominciano ad evidenziarsi i sintomi; purtroppo, il danno inizia ben prima che i sintomi delle artrite compaiono.

Sintomi

Il dolore è il problema principale con l'artrite degenerativa di qualsiasi articolazione. Il dolore si sente in un primo momento solo durante dell'attività, generalmente una volta avviata l'attività non c'è molto dolore, ma dopo aver riposato per diversi minuti perviene un aumento del dolore e la rigidità dell’articolazione. Quando le condizioni peggioreranno, il dolore potrà essere presente anche a riposo. Il problema più palese con l'artrite congiunta CMC è che diventa difficile afferrare qualcosa, questa azione provoca un forte dolore alla base del pollice nella parte spessa del tallone della mano.

Quando la cartilagine  comincia  a diminuire  sulla superficie articolare, l’articolazione può fare un cigolio quando si muove, chiamato crepitio, l’articolazione diventa spesso rigida e comincia a perdere il movimento, spostare il pollice lontano dal palmo della mano può diventare difficile, questa situazione è definita come contrattura. L’artrosi può causare all'articolazione CMC del pollice di piegarsi  troppo indietro ( iperestensione ), invece, se il pollice, nell’articolazione  centrale ( MCP comune ), diventa flesso e spesso diventa anche iperesteso, questa deformità è chiamata pollice a cigno. Una simile deformità del dito, a volte si verifica in persone con artrite.

 

Diagnosi

Per arrivare ad una diagnosi di artrite congiunta CMC del pollice, si comincia con lo storico del problema, informazioni su eventuali infortuni che ha subito la mano sono molto importanti e possono suggerire altri cause per cui la condizione esiste.

In base ai precedenti viene fatto un esame fisico – funzionale della mano e possibilmente anche di altre articolazioni del corpo, per capire come  è stato danneggiato il movimento e in particolare dell'articolazione CMC.

Saranno fatti dei controlli con i raggi X per vedere quanto è cambiata l’articolazione e per cercare di determinare quanto è diventato importante il danno degenerativo dell’artrite. I raggi X aiutano anche il medico a definire quanta cartilagine articolare è ancora sulla superficie delle articolazioni.

 

Trattamento

Il trattamento dell’artrite degenerativa dell'articolazione CMC del pollice può essere suddiviso in mezzi non chirurgici per controllare i sintomi e le procedure chirurgiche disponibili per trattare la situazione, la chirurgia solo quando  i sintomi sono diventati impossibili da controllare se non con la chirurgia stessa.

 

Trattamento non chirurgico

Il trattamento non chirurgico, di solito inizia quando l’uso comune dell’articolazione CMC  diventa dolorosa, può semplicemente richiedere farmaci anti-infiammatori lievi, come l'aspirina o ibuprofene.

Anche ridurre l'attività o cambiare le occupazioni che richiedono continue prese alla mano, può essere necessario per aiutare a tenere sotto controllo i sintomi.

Le prestazioni di riabilitazione, come la terapia fisica e occupazionale, giocano un ruolo fondamentale nel trattamento incruento per l'artrite congiunta CMC. Un obiettivo primario è quello di imparare a controllare i sintomi e ottimizzare la salute del vostro pollice, assimilando metodi per calmare il dolore  che potrebbero includere l'uso di riposo, calore o sfregamenti nella zona interessata.

Un tutore personalizzato o una stecca, può essere prescritto per sostenere il pollice, questi dispositivi sono progettati per aiutare a ridurre il dolore, prevenire la deformità o per impedire il peggioramento della deformità già presente del pollice. Uno stabilizzatore del pollice è un tipo di pollice splint che è spesso su misura di plastica termo - modellabile. 

E’ progettato per adattarsi l'avambraccio, al polso e al pollice. I pazienti con artrite congiunta CMC di solito indossano la stecca di notte e quando l’articolazione è infiammata, dovrebbe anche essere indossato per proteggere il pollice della mano durante le attività dove si prevede uno sforzo eccessivo per il pollice. 

Sono indicati per migliorare il vostro movimento del pollice una varietà di esercizi e di stretching, esercizi di rafforzamento per il braccio e la mano aiutano a stabilizzare la mano e protegge l’articolazione del pollice da urti e sollecitazioni . Il terapeuta saprà  anche suggerire come è possibile fare gli esercizi senza sforzare l’articolazione.

Un'iniezione di cortisone nell’articolazione può dare un sollievo temporaneo, il cortisone è un potente farmaco anti- infiammatorio e quando iniettato nell’articolazione può aiutare ad alleviare il dolore, ma il sollievo dal dolore è temporaneo e di solito dura solo alcune settimane o mesi. C'è un piccolo rischio di infezione con qualsiasi iniezione nell’articolazione e le iniezioni di cortisone non fanno eccezione.

Trattamento chirurgico 

Il trattamento chirurgico per l'artrite del CMC congiunta include diverse opzioni. Un tempo, la sostituzione dell'articolazione con un giunto artificiale a base di silicio era molto popolare. Problemi con protesi al silicone in altre parti del corpo, hanno indotto molti chirurghi a tornare all’intervento più tradizionale come la fusione o l'escissione artroplastica. Recenti articolazioni artificiali sono in fase di sviluppo, e in futuro potremmo vedere più chirurghi che le utilizzano.

La CMC Joint Fusion, può essere definita artrodesi, quell'azione chirurgica che trasforma una qualsiasi articolazione da mobile a statica, cioè fissa senza più la possibilità del movimento articolare originale. Più semplicisticamente l'artrodesi può essere definita come una "anchilosi chirurgica", una fusione di tutti i componenti di un’articolazione progettata per eliminare il dolore, consentendo alle ossa che compongono il comune, di crescere insieme in un osso solido. Fusioni sono utilizzate in molte articolazioni ed erano la normalità prima dell'invenzione di articolazioni artificiali per la sostituzione di articolazioni artritiche. Ancora oggi, fusioni comuni sono ancora usate in diverse articolazioni per trattare il dolore e la potenziale deformità artritica.

Fusioni sono più comunemente utilizzate nell’articolazione tra la prima e la seconda falange del pollice,  una fusione di questa articolazione, è molto più facile e più affidabile che cercare di salvare il movimento sostituendo l’articolazione, una fusione dell'articolazione CMC del pollice è fatta molto spesso nelle persone più giovani che hanno bisogno di una presa o pizzico più forte del necessario, la posta da pagare è la rinuncia al movimento del pollice . Le persone che usano le loro mani per lavori pesanti probabilmente preferiscono una fusione ad una artroplastica, descritta di seguito.

 

Protesi artificiale ( artroplastica )

Articolazioni artificiali sono disponibili per l'articolazione CMC. 

Queste protesi in plastica o metallo vengono utilizzati da alcuni chirurghi della mano, per sostituire l’articolazione.

L'operazione tradizionale nel trattamento dell'artrite joint CMC è l'escissione artroplastica. Questo metodo è stato utilizzato per molti anni e ha superato la prova del tempo. Lo scopo di escissione artroplastica è rimuovere le superfici articolari artritiche dell'articolazione CMC e sostituirli con un guanciale di materiale che manterrà le ossa separate. La maggior parte dei chirurghi utilizzano un pezzo di tendine che è stato arrotolato e collocato nello spazio creato rimuovendo le superfici ossee danneggiate. Durante la fase di guarigione dopo l'intervento chirurgico , questo tendine si trasforma in tessuto cicatriziale duro che forma un collegamento flessibile tra le ossa, simile ad una articolazione.

Questa operazione viene anche abbinata con una ricostruzione dell’articolazione, dove tendini nella zona sono usati per creare una fascia legamento tra il metacarpo del pollice e l'osso carpale del dito indice. Questo aiuta a tenere il pollice in posizione conservando lo spazio articolare.

 

Riabilitazione senza intervento chirurgico

Se non avete bisogno di un intervento chirurgico,  si deve iniziare una varietà  di esercizi per il movimento del pollice per alleviare il dolore ai quali seguirà un programma di rafforzamento; il terapeuta lavorerà per creare una speciale stecche per il pollice, o graffe, se necessario. Il programma di riabilitazione procede per includere esercizi di forza per le dita e il pollice, destrezza e esercitazioni motorie vengono utilizzate per ottenere che la mano e il pollice si muovano senza problemi. Verranno dati consigli su come mantenere i sintomi controllati e nel giro di quattro - sei settimane, si potranno continuare gli esercizi con un programma specifico da casa.

 

Dopo l'intervento chirurgico

La mano sarà bendata con una medicazione ben imbottita, come supporto dopo l'intervento chirurgico. Sedute di fisioterapia  o occupazionale possono  essere necessarie dopo l'intervento chirurgico. I primi trattamenti sono utilizzati per aiutare a controllare il dolore e gonfiore dopo l'intervento chirurgico. Alcuni degli esercizi che si inizieranno a fare, contribuiranno a rafforzare e stabilizzare i muscoli intorno all'articolazione del pollice. Altri esercizi sono utilizzati per migliorare il controllo motorio e la destrezza della mano. Verranno dati consigli sui modi per eseguire gli esercizi, evitando di sforzare l’articolazione del pollice.